Parlare di profumi non è mai facile, se poi si entra nel mondo dei profumi di nicchia il compito si fa ancora più difficile. Trovo che riuscire a descrivere una fragranza sia quasi una mission impossible, perché ogni naso funziona a modo suo e non tutti riescono a sentire le stesse note. Oggi però ci voglio provare, parlando del brand inglese Zoologist, che produce profumi dalle fragranze ricercate ispirati agli animali.

Una collaborazione nata un po’ per caso quella con Zoologist, in un periodo in cui ero alla ricerca di un profumo nuovo che si sapesse distinguere da tutti gli altri in commercio. Un parto lungo e difficile scrivere questa recensione, proprio perché non riuscivo a trovare le parole giuste per descrivere questi profumi così particolari. Sono fragranze a cui il mio naso non era abituato, soffocato da odori ripetitivi che si sentono in qualsiasi profumeria si entri.

Ho ricevuto 7 campioncini che, per quanto piccoli, mi stanno durando all’infinito: ne basta un goccio e via, a posto per tutta la giornata! Sono tutti Eau de Parfum, intensi e persistenti, alcuni persino troppo forti e arroganti. Preparate i nasi e l’immaginazione, si parte!

Zoologist Perfumes – Rhinoceros, Bat, Nightingale, Beaver

Rhinoceros: la prima volta che l’ho provato, ho quasi pianto senza saperne il motivo. Mi riporta alla mente i temporali estivi di quando ero piccola, i fiori secchi che teneva mia mamma tra i libri e chissà quali altre cose che non riesco a ricordare. Sa di rhum, lavanda, bergamotto, sandalo, geranio, con note di fumo e di tabacco. Considerando la reazione che ho ogni volta che lo annuso, non credo lo userò mai, ma è davvero una fragranza speciale.

Bat: particolare e per niente scontato, ha qualcosa che mi piace e qualcosa che me lo fa odiare. Sa di banana, fico, frutta matura, ma anche di terra umida, mirra e sandalo, con accenni frizzanti e minerali. Non riuscirei mai a portarlo, lo trovo troppo invasivo e arrogante, ma vale la pena di provarlo: credo di non aver mai annusato qualcosa di simile.

Nightingale: storco il naso ogni volta che lo annuso, perché proprio non fa per me. So che c’è a chi piacciono quelle note di profumo vecchio, ma io non riesco proprio a sopportarle. Ha una forte componente di bergamotto e patchouli, con leggere note di zafferano, sandalo e un retrogusto di violetta e liquirizia. Davvero eccessivo per i miei gusti.

Beaver: pungente come l’aria invernale, quando respirando a pieni polmoni si sente in lontananza l’odore del fumo dei caminetti accesi. Sembra di stare immersi in un bosco in montagna, con nell’aria odore di terra umida, legno, resina. Una leggerissima nota dolce di vaniglia smorza il tutto, rendendolo un profumo ancora più particolare.

Zoologist Perfumes – Hummingbird, Panda, Macaque

Hummingbird: una fragranza molto femminile e particolare, con un bouquet fiorito avvolgente. Caprifoglio, mimosa, peonia, tulipano, mughetto, ma anche pera, mela, miele ed echi di violetta. Un mix intrigante che colpisce immediatamente: un profumo da centellinare e usare nelle occasioni speciali, per non farlo diventare banale.

Panda: le note di pepe di Sichuan, tè verde, mandarino e bambù si sentono immediatamente, e mi trasportano con l’immaginazione in una foresta della Cina. Un profumo fresco e speziato, delicato ma che si fa notare. Mi ha rapita immediatamente, e tra tutti è il mio preferito: le note di muschio fresco, mimosa e incenso lo rendono perfetto per le prime giornate grigie d’autunno.

Macaque: mi ricorda vagamente Chanel N°5 e alcuni vecchi profumi che usava mia nonna quando ero piccola. E’ molto forte, troppo pungente per me. Ha un forte odore di cedro e Frankincense, con echi di mela e muschio. Particolare, adatto a chi ama i profumi molto intensi.

 

Mi sto avvicinando sempre di più al mondo dei profumi di nicchia, perché sono stanca di sentire sempre le stesse fragranze nell’aria. Mi piace l’idea di indossare qualcosa di ricercato, raffinato e poco conosciuto, che non fa storcere il naso ma anzi incuriosisce. Se avete profumi di nicchia da consigliarmi, sono tutta orecchie… anzi, sono tutta naso!

 

I prodotti ci sono stati inviati gratuitamente dall’azienda a scopo promozionale.

 

(Visited 187 times, 1 visits today)